Principi Centrali

Integrare le verità giudeo-cristiane con i principi del libero mercato.

  1. Dignità della persona
  2. Natura sociale della persona
  3. Importanza delle istituzioni sociali
  4. Azione umana
  5. Peccato
  6. Stato di diritto e ruolo sussidiario del governo
  7. Creazione della ricchezza
  8. Libertà economica
  9. Valore economico
  10. Priorità della cultura

Dignità della persona  –  La persona umana, creata a immagine di Dio, è individualmente unica, razionale, soggetto dell’azione morale e co-creatore. Di conseguenza, la persona umana possiede valore e dignità intrinseca, il che implica certi diritti e doveri sia per sé che per altre persone. Queste verità a proposito della dignità della persona umana sono conosciute tramite rivelazioni, ma sono anche individuabili attraverso la ragione.

Natura sociale della persona –  Sebbene la persona umana si realizzi compiutamente solo in comunione con Dio, un aspetto essenziale dello sviluppo delle persone è la natura sociale e la capacità di agire per certi fini in modo disinteressato. La persona umana è realizzata nell’interazione con altre persone e nella partecipazione ai beni morali. Ci sono relazioni volontarie di scambio, come transazioni di mercato che realizzano un valore economico. Queste transazioni potrebbero anche dare vita a valori morali. Ci sono anche relazioni volontarie di dipendenza reciproca, come promesse, amicizie, matrimoni e la famiglia, che sono beni morali. Anche queste, potrebbero comportare altri tipi di valore, come religioso, economico, estetico, e così via.

Importanza delle istituzioni sociali –  Poiché le persone sono per natura esseri sociali, diverse persone sviluppano istituzioni sociali. Le istituzioni della società civile, in particolar modo la famiglia, sono le fonti primarie della cultura morale della società. Tali istituzioni non sono né create dallo Stato, né traggono la loro legittimità da esso. Lo Stato deve rispettare la loro autonomia e fornire il supporto necessario per assicurare il libero e ordinato funzionamento di tutte le istituzioni sociali nel loro rispettivo settore di competenza.

Azione umana – La persona umana è, di natura, un essere che agisce. Attraverso l’azione umana  la persona può attuare il suo potenziale mediante la libera scelta dei beni morali che realizzano la propria natura.

Peccato – Sebbene gli esseri umani siano creati buoni, nel loro stato corrente sono caduti nel peccato e corrotti da esso. La realtà del peccato rende lo Stato necessario per limitare il male. L’ubiquità del peccato, comunque, richiede che lo Stato sia limitato nel suo potere e giurisdizione. La persistente realtà del peccato richiede di essere scettici nei confronti di tutte le “soluzioni” utopistiche ai mali sociali quali la povertà e l’ingiustizia.      

Stato di diritto e ruolo sussidiario del governo –  La responsabilità primaria del governo è di promuovere il bene comune, cioè mantenere lo stato di diritto e preservare i diritti e i doveri fondamentali. Il ruolo del governo non è quello di usurpare le libere azioni, ma di minimizzare quei conflitti che potrebbero presentarsi quando le libere azioni delle persone e delle istituzioni sociali comportano interessi contrastanti. Lo Stato dovrebbe compiere questa funzione in conformità al principio di sussidiarietà. Questo principio ha due componenti. La prima è che le istituzioni che hanno più ampia giurisdizione devono astenersi da usurpare le funzioni di competenza della persona e delle istituzioni più vicine al problema. La seconda è che le istituzioni che hanno più ampia giurisdizione dovrebbero assistere le singole persone e le istituzioni più vicine ad esse solo quando queste non possono assolvere i loro compiti.

Creazione della ricchezza – L’impoverimento materiale mina le condizioni necessarie che permettono all’uomo di svilupparsi. Il modo migliore per ridurre la povertà è proteggere i diritti di proprietà privata attraverso lo stato di diritto. Ciò permette alle persone di entrare in un circolo di scambi volontari, nei quali possono esprimere la propria indole creativa. La ricchezza si crea nel momento in cui gli esseri umani trasformano, in modo creativo, la materia in risorse benefiche. Poiché gli esseri umani possono creare ricchezza, lo scambio commerciale non deve essere un gioco a somma zero.  

Libertà economica –  La libertà, in senso positivo, si ottiene con la realizzazione della propria natura di persona mediante la libera scelta di fare il proprio dovere. La libertà economica è una forma di libertà. In quanto tale, il portatore di libertà economica non solo ha certi diritti ma anche doveri. Una persona che gode di libertà economica, per esempio, deve essere libera di entrare nel mercato volontariamente. Quindi, coloro che hanno il potere di interferire con il mercato hanno il dovere di rimuovere ogni genere di barriera artificiale che ostacola l’entrata sul mercato, ed hanno anche il dovere di proteggere i diritti della proprietà privata e di quella comune. Tuttavia, le persone che sono economicamente libere avranno anche il dovere verso terzi di partecipare al mercato come agenti morali e di agire in conformità con i beni morali. Pertanto, la legge deve garantire i diritti della proprietà privata e lo scambio volontario.  

Valore economico –  Nella teoria economica, il valore economico è soggettivo poiché dipende da com’è percepito da un soggetto. Il valore economico è il significato che un soggetto attribuisce ad una cosa ogni volta che percepisce una connessione causale tra tale oggetto e la soddisfazione di un desiderio presente ed urgente. Il soggetto potrebbe sbagliare nell’attribuire valore, dandone a una cosa che né soddisferà, né potrà soddisfare il suo desiderio  presente ed urgente. La veridicità dei giudizi di valore economico è data solo nel caso in cui tale oggetto possa soddisfare tutte le aspettative desiderate. Anche se questo non implica la realizzazione di ogni sorta di valore, una cosa può avere sia valore economico soggettivo che valore morale oggettivo.

Priorità della cultura – La libertà fiorisce nella società sostenuta da una cultura morale che accoglie pienamente la verità circa l’origine e il destino trascendenti della persona umana. Questa cultura morale conduce all’armonia e al buon funzionamento della società. Mentre le varie istituzioni riguardanti i settori politici ed economici nonché altri campi sono importanti, la famiglia è il diffusore primario della cultura morale nella società.